A Milano si sono appena concluse due intere giornate all’insegna di interessanti contenuti, ma soprattutto ricche di eccellenti personalità.

Stiamo parlando di tutti i quattordici STORY MAKER che si sono alternati sul palco del World Business Forum a Milano, persone da tutto il mondo che hanno raccontato curiose ed interessanti storie svelando i segreti del loro successo.

Anche noi di Chateau Monfort abbiamo avuto l’onore di essere presenti nella Vip Experience e di far conoscere il nostro simpatico coniglietto Juan Lapin a tutti i partecipanti. Non si può di certo resistere alla tenerezza della nostra inseparabile mascotte! ;)

Per concludere nel migliore dei modi queste due giornate abbiamo pensato di citare tutti gli Story Maker che hanno preso parte a quest’ultima edizione del #WBFMI, raccontando le loro personali esperienze di vita e di lavoro. Vogliamo riassumere il tutto con la frase che più ci ha colpito per ciascuno di loro.

KEN ROBINSON: si è dedicato a trasformare le nostre percezioni sulla creatività e su come coltivarla nelle scuole, nelle aziende e in altre organizzazioni. Ha portato sul palco l’esempio di Kodak che nel XX secolo deteneva il primato di migliore brand per la sua innovazione, ma ora non è più così perché non a saputo adattarsi ai nuovi cambiamenti.

“La linfa di ogni azienda è l’innovazione: la capacità di essere sempre un passo avanti al cambiamento.”

Ken Robinson WBFMI

Ken Robinson – Courtesy of WOBI

MATT BRITTIN: guida il business e le operazioni di Google in Europa, Medio Oriente e Africa, con l’obiettivo di aiutare privati e aziende a sfruttare al meglio le opportunità offerte dal digitale. In un’epoca multi-schermo Matt ci ha spiegato come possiamo sfruttare le potenzialità del mobile.

“La creatività è un’associazione di idee e, grazie ad internet, può aumentare”

Matt Brittin WBFMI

Matt Brittin – Courtesy of WOBI

SARAH LEWIS: curatrice museale e critica d’arte, Sarah Lewis è emersa come un vero e proprio “vulcano” nel campo della cultura grazie al suo punto di vista originale. Sul palco del World Business Forum ci ha raccontato di come i fallimenti possono diventare dei veri e propri successi.

“Il fallimento è il tentativo della vita di farti cambiare direzione.”

Sarah Lewis WBFMI

Sarah Lewis – Courtesy of WOBI

DAVIDE OLDANI: ideatore della “cucina pop” è salito sul palco del World Business Forum presentato da Melany Libraro, General Manager di Subito.

“Confrontarsi è il modo migliore per imparare.”

Davide Oldani WBFMI

Davide Oldani – Courtesy of WOBI

GREG BRANDEAU: conosciuto per la sua grande esperienza nel portare aziende creative ai massimi livelli. Greg muove i suoi primi passi acconto a Steve Jobs in NeXT Computer ed entra successivamente in Pixar quando ancora è una piccola azienda. Sul palco del World Business Forum ci ha raccontato del suo successo presso Disney Pixar.

“Fidarsi delle persone e trasformare gli errori in corsi formativi, talvolta molto costosi. Bisogna assumere persone fantastiche, farle crescere e creare dialogo con loro.”

Greg Brandeau WBFMI

Greg Brandeau – Courtesy of WOBI

TONI NADAL: allenatore di uno dei grandi tennisti di tutti i tempi, il nipote Rafael Nadal. Ha raccontato a tutti come si cresce un campione.

“Il risultato finale si ottiene con il talento, ma anche con il lavoro costante.”

Toni Nadal WBFMI

Toni Nadal – Courtesy of WOBI

ZIAUDDIN YOUSAFZAI: orgoglioso attivista per la parità di genere nell’istruzione e padre di Malala, che dal padre ha ereditato la passione per l’insegnamento e che nel 2014 le ha portato il premio Nobel per la Pace. Ziauddin racconta la triste verità di come nelle società patriarcali le donne non hanno storia.

“L’educazione è come una bacchetta magica: l’istruzione mi ha trasformato.”

Ziauddin Yousafzai 2 WBFMI

Ziauddin Yousafzai – Courtesy of WOBI

STORY MAKER AL #WBFMI | DAY 2

Informazioni sull'autore

Château Monfort è un luxury hotel a cinque stelle nel cuore di Milano. L'albergo ti incanta con i suoi spazi sapientemente restaurati ed elegantemente arredati, riproponendo atmosfere e suggestioni di un romantico castello, per far rivivere a ciascuno la propria fiaba da protagonista.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata