All’interno del nuovo hotel a Firenze Ville sull’Arno trova spazio un incantevole ristorante chiamato Flora & Fauno. Oggi, vogliamo presentarvi colui che tutti i giorni dirige la cucina e soddisfa sapientemente anche i palati più raffinati, lui è lo Chef Marco e ve lo facciamo conoscere con una simpatica intervista.

IdentiCHEF

NOME: Marco Offidani
SEGNI PARTICOLARI: sempre di buon umore
RESIDENZA: dietro i fornelli del ristorante Flora & Fauno a Firenze

ristorante a Firenze Chef Offidani

Innanzitutto Buongiorno e grazie per averci concesso quattro chiacchiere nel tuo regno. Sarebbe buona prassi iniziare l’intervista chiedendoti il tuo piatto forte, ma vogliamo conoscerti proprio a fondo e quindi chiediamo… il piatto che più detesti cucinare? 
<<Bella domanda, ma per me non esistono piatti che non amo cucinare o ingredienti che non mi piace utilizzare. L’amore per tutto quello che faccio è il mio ingrediente segreto.>>

 

Noè con la sua arca salvò 7 coppie di animali, tu quali ingredienti non lasceresti mai a terra?
<<Sicuramente salverei il riso, il pesce fresco e le verdure. Infine, non potrei mai fare a meno di tutte le spezie: le uso molto e danno sempre quel tocco in più alla maggior parte dei piatti.>>

 

Una cena a quattro mani con Gordon Ramsay, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo o chi fa da sé fa per tre?
<<Sono tutti e tre grandi Chef, ma sceglierei senza alcun dubbio Antonino Cannavacciuolo. Penso che una cena a quattro mani all’italiana possa dare vita a piatti uno più buono dell’altro.>>

Adesso ti chiediamo di continuare la frase: se non fossi diventato Chef avrei voluto essere…
<<… un astronauta! Fin da bambino ho sempre amato lo spazio e mi sarebbe piaciuto scoprire nuovi mondi e magari anche nuove cucine.>>

Carlo Cracco suggerisce che “Se vuoi fare il figo devi usare lo scalogno”, ma se volessimo solo cucinare bene?
<<Puoi anche usare lo scalogno, ma la cucina è soprattutto passione e sfida ogni giorno; senza questi ingredienti non si può essere primi Chef.>>

Per concludere la nostra intervista vorremmo sapere chi è stato il tuo maestro, la persona dalla quale hai imparato di più.
<<Sicuramente devo dire grazie al mio primo Chef Leo Baccherini perché è stato il mio mentore. Ricordo con piacere il periodo in cui abbiamo lavorato insieme al ristorante Savini a Milano.>>

I segreti dello Chef Otello

Grazie di cuore allo Chef Marco che ci ha concesso questa simpatica intervista. Se volete conoscerlo, ma soprattutto se volete assaggiare le sue prelibatezze, lo trovate nella cucina del ristorante Flora & Fauno a Firenze. Vi consigliamo di provare il suo risotto alla barbabietola perché è una bontà per il palato!

Informazioni sull'autore

Ville sull'Arno è il nuovo Luxury Boutique Hotel ubicato lungo il fiume Arno. L'hotel rappresenta un nuovo concept alla ricerca del viaggio dei mille significati, un insieme di magnifici dettagli d’arte e ospitalità.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata