Nel mezzo del cammin dell’Evolution
Ci ritrovammo in fronte a libreria
Nel loco del living nomato Sophia
Che d’ogne libro ha in sé la magia

Corso Sempione, agosto 2016.

Agosto è iniziato e durante questo mese, sinonimo di ferie e vacanze, Paolo, il nostro HR manager, lascerà momentaneamente i lavori dell’#EnterprisEvolution e farà un viaggio nella calda e allegra Andalusia.

#unLibroinHotel oggi diventa più esotico e il viaggio di Paolo inizia proprio dalla biblioteca del Sophia’s Living di Enterprise Hotel, dove è pronto a consigliarci un insolito libro che porterà con sé quest’estate, facente parte di una collana che per lui è stata compagna di mille avventure: la guida turistica “Andalusia” della Lonely Planet.

Ciao Paolo! Quali sono le tappe del viaggio?
<< Prima di tutto farò il giro delle grandi città che mi hanno consigliato in molti e visiterò Malaga, Granada, Siviglia, Cordoba e Cadice. Poi non vedo l’ora di essere sulla spiaggia di Tarifa, all’estremità della Spagna e a cavallo tra Mar Mediterraneo e Oceano Atlantico. Forse è considerata una meta meno “turistica” delle altre, ma è una spiaggia incantevole: facendo delle ricerche possiamo vedere delle immagini meravigliose e uniche di questo tratto di costa col mare cristallino e le dune di sabbia bianca.
Sarà una vacanza come quelle che amo fare, abbinando ad una parte leisure, per rilassarsi e staccare, una parte più culturale, per scoprire le bellezze architettoniche e storiche. Io, poi, sono un appassionato d’arte, quindi sono sicuro che troverò parecchi siti interessanti durante questi giorni. >>

 

Un Libro in Hotel

Titolo: Andalusia
Autori: A.A. V.V.
Edizione: Lonely Planet
Anno: 2016

 

Sappiamo che partirai informatissimo su ciò che andrai a vedere perché prima di partire leggi sempre le guide turistiche.
<< Sì, leggo quelle di Lonely Planet. In questo caso è “Andalusia”: essendo la Spagna molto grande c’è una guida apposita sulla regione.
Queste guide mi piacciono molto perché sono fatte da viaggiatori che scrivono consigli su dove andare e cosa fare sulla base della loro esperienza e che magari hanno visitato luoghi remoti non presenti su altre guide.
Oltre a questo ha il pregio di essere rivista ogni due anni, quindi nel momento in cui ci si reca in un posto si hanno a disposizione informazioni e consigli aggiornatissimi. Questi sono molto utili perché sono organizzati anche per fasce di prezzo e perché riguardano un po’ di tutto, dall’aspetto della ricettività a quello della ristorazione, dall’aspetto storico a quello culturale. Tendenzialmente è proprio questo lato culturale che cerco quando leggo una guida, in modo da entrare nel mood delle persone che vivono nel Paese in cui sono diretto. Poi nella fase prima del viaggio mi faccio un’idea di quelle che sono le cose più importanti da visitare e sicuramente la utilizzo anche in loco. >>

Parlando di viaggi, ce n’è uno che ti è rimasto nel cuore?
<< Il viaggio in Marocco.
Sono stato a Marrakech e poi a Ouarzazate e ho trascorso l’ultimo dell’anno proprio nel deserto. Ho fatto anche la via delle qasba, che sono dei paesi costruiti col fango, e ho visto oasi pazzesche. Da un punto di vista paesaggistico mi è rimasto nel cuore. >>

E invece parlando di Paolo lettore al di là delle guide turistiche che cosa vuoi dirci?
<< Parlando di libri in generale, quando ne scelgo uno mi aspetto che mi faccia perdere il senso del tempo, che mi rapisca e che mi porti fuori dalla realtà in un mondo parallelo.
Un autore che apprezzo molto, per esempio, è Flaubert: “Madame Bovary” è una lettura che faccio sempre volentieri.
Un altro autore che mi piace che ho letto nell’ultimo periodo è il mio amico Pietro Covacich che ha scritto una saga storico-fantasy dal titolo “Il Negromante” , ambientata nella mia città natale, Trieste, nel 1300. È intrigante perché è un fantasy che racconta una storia di maghi ma allo stesso tempo affronta ed analizza un periodo storico della città che è poco conosciuto ma che presenta degli avvenimenti importanti. Inoltre amo che si parli di Trieste, perché purtroppo non ha molta letteratura, a parte Saba, Svevo e pochi altri. >>

E voi amate leggere le guide turistiche prima di partire per un viaggio o preferite fare couchsurfing e farvi consigliare in loco dagli autoctoni? Avete una località che vi ha colpito profondamente e il cui ricordo porterete sempre con voi?
Scriveteci sulla nostra pagina Facebook e stay tuned con #unLibroinHotel perché nella prossima puntata la nostra dolce Camilla vi consiglierà un frizzante libro perfetto per la spiaggia!

SCOPRI GLI ALTRI IMPERDIBILI LIBRI PER LA TUA ESTATE 2016!

Informazioni sull'autore

Enterprise Hotel è il primo hotel di design 4 stelle superior nato a Milano nel 2002. Enterprise Hotel è simbolo del miglior connubio tra design e innovazione, tradizione ed efficienza.