Se diciamo Munch, a cosa pensate? Siamo quasi sicuri che la prima cosa che verrà in mente alla maggior parte di voi è l’immagine de “L’Urlo”.

"L'Urlo", Edvard Munch

“L’Urlo”, Edvard Munch

Ma quanti di voi conoscono la storia che si cela dietro questa grande opera? La scena ritrae un’esperienza di vita dell’artista norvegese il quale, mentre un giorno passeggiava con gli amici su un ponte di Oslo, si sentì improvvisamente pervaso da una sorta di angoscia nei confronti della vita. Lo stesso autore descrisse nel suo diario questo momento:

« Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò, il cielo si tinse all’improvviso di rosso sangue. Mi fermai, mi appoggiai stanco morto ad una palizzata. Sul fiordo nero-azzurro e sulla città c’erano sangue e lingue di fuoco. I miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora di paura… e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura. » Fonte Wikipedia

Vi parliamo di questo perché il prossimo 12 dicembre si celebrerà il 150esimo anniversario della nascita del famoso artista. Tra le mostre previste in tutto il mondo in occasione della ricorrenza, la città di Genova non si è di certo tirata indietro e dal 6 novembre 2013 al 27 aprile 2014 ospiterà le opere di Munch presso Palazzo Ducale.

Munch a Genova

La mostra sarà suddivisa in otto sezioni in cui saranno esposte 80 diverse opere, dai lavori giovanili a quelli più celebri, oltre a due serigrafie de “L’Urlo”.

È proprio il caso di dire che sarà un appuntamento sicuramente da urlo.

Informazioni sull'autore

Dietro un Hotel Planetaria c’è molto di più di un albergo….Planetaria Hotels propone esperienze esclusive di ospitalità, di ristorazione e di benessere: soggiornare in uno dei Planetaria Hotel è un’esperienza unica e irrepetibile.